domenica 2 marzo 2008

Mafalda Minnozzi


Sotto il segno della Vergine, il 21 settembre, nel primo giorno di autunno, a Pavia, nasce l´inquieta cantante e compositrice Mafalda Minnozzi. Rivela il suo talento, la sua intonazione naturale e le sue doti di interprete già nel corso delle prime lezioni di musica che frequenta nella sua scuola e nei primi concorsi per voci nuove a cui partecipa ancora adolescente. Cresce ascoltando con attenzione gli interpreti piú espressivi del Jazz Americano degli anni ’30 e ’40 come Duke Ellington, Cole Porter, Billie Holiday e in seguito Sarah Vaugham, Frank Sinatra, Edith Piaf, Sade, Annie Lennox, Elis Regina, Ornella Vanoni, Nat King Cole, Joe Cocker e Lucio Dalla. La musica di Ennio Morricone le procura fortissime emozioni. L´ universo musicale composto da questi e altri artisti da lei ammirati unito alla sua grande voglia di cantare e al suo talento, la spinge a partecipare a vari festival e a montare la sua “band” per esibirsi professionalmente in tutta Italia: all´inizio aprendo il concerto di altri artisti e dal 1987 al 1995 per affrontare il proprio pubblico, sempre più numeroso. É in questo periodo che inizia ad esibirsi a Roma, in vari locali frequentati da importanti rappresentanti del mondo della letteratura, della poesia e del giornalismo italiano ... che la considerano “cult”. Anche la sua partecipazione a concorsi canori e festival contribuisce in maniera determinante ad alimentare voci e commenti sul talento di questa “ragazza della provincia” che canta e interpreta con originale passione. Da ricordare la conquista del terzo posto al “Festival di Castrocaro Terme” (1993), occasione in cui vede inserire il suo brano in una compilation che riunisce i nove cantanti finalisti. Nello stesso anno inizia un’ importante collaborazione artistica con Scialpi, che prosegue fino al 1995; in questo periodo Mafalda si esibisce con grande successo nelle principali cittá d´Italia, accompagnando i grandi concerti della pop star. Nello stesso periodo incide con lui a due voci anche due brani di successo (“Pregherei” e "Il falco e il lupo") e come solista il brano “Da bambino" composto dallo stesso Scialpi. Spinta dal desiderio di arricchire il suo bagaglio artistico, si trasferisce a Roma: studia canto e musica napoletana con il maestro Gustavo Palumbo, recitazione e teatro con il regista Roberto Marafante, legato alla Compagnia della Rancia. É in questa occasione che incontra e conosce anche Saverio Marconi, notissimo regista e produttore, fondatore della compagnia teatrale specializzata nel genere “musical”; ed é in questo periodo che nasce la sua grande passione per il teatro e il desiderio di calcare in futuro le scene, se il destino le dará nuovamente questa opportunitá. L´anno seguente la RAI-TV (Radio Televisione Italiana) ingaggia Mafalda per partecipare a “Uno Mattina”, programma in cui propone quotidianamente ai telespettatori le sue originali interpretazioni di classici della musica italiana e internazionale: la sua collaborazione con il programma dura due anni. In teatro é protagonista di due recital, creati su misura per la sua voce e la sua interpretazione.

Mafalda arriva in Brasile

Nel mese di gennaio del 1996 Mafalda arriva per la prima volta in Brasile dove viene invitata a realizzare una serie di concerti al “Paradiso” di Rio de Janeiro. Comincia cosí la sua storia d´amore con il grande paese sudamericano. Vale la pena commentare che Milton Nascimento è stato uno dei primi artisti a colpirla e a ipnotizzarla con la sua voce e il suo talento, tanto da rappresentare ancora oggi per lei un punto di riferimento. I concerti al “Paradiso” sono un successo di pubblico e di critica e Mafalda entra nel mirino dei programmi di maggior “audience” della TV Brasiliana che la fanno diventare in breve tempo un “fenomeno” nazionale.

Discografia e progetti

A fine anno 1996 Mafalda incide il suo primo album da solista intitolato “Uma noite no Paradiso”, pubblicato dalla casa discografica brasiliana Som Livre; il CD contiene il brano inedito “Sei Tu” che entra a far parte della colonna sonora della telenovela “Anjo de Mim” (Rede Globo) e fa sí che il Brasile intero conosca e riconosca il suo talento. L’anno seguente Mafalda rinnova il contratto con la Som Livre e realizza “Effetto Azzurro” il suo secondo Cd. Uno dei brani del Cd (“Con Te Partiró”) é scelto per far parte della colonna sonora di una nuova telenovela della Rede Globo: “Zazá”. Per Mafalda é la conferma definitiva del suo ruolo di ”promoter” della musica italiana in Brasile. Nel 1999 Mafalda Minnozzi registra il suo terzo Cd con la Som Livre dal titolo “Angelo Blu”. Il brano “Ci Saró”, viene inserito nella colonna sonora della telenovela “Andando nas Nuvens” (Rede Globo) e contemporaneamente altri brani del Cd entrano a far parte di varie raccolte pubblicate dalla stessa casa discografica Som Livre in Brasile e Portogallo. Lo stesso anno, il produttore musicale Marcelo Barbosa (figlio dello scrittore Benedito Ruy Barbosa) la invita a collaborare alla selezione dei brani che comporranno la colonna sonora di “Terra Nostra” scritta dal padre e trasmessa dalla Rede Globo. Dopo alcuni mesi di studio e ricerche con l´obbiettivo di rintracciare quelle canzoni che realmente potevano rappresentare gli emigranti e le loro storie, Mafalda propone una prima selezione di trecento brani, tutti accompagnati da una scheda storico-informativa da cui vengono scelte quaranta brani “finalisti”. La TV Globo inserisce nella colonna sonora le canzoni più conosciute in Brasile e decide di farle interpretare in italiano da noti artisti brasiliani: così, ancora una volta, Mafalda viene invitata a collaborare. Il Cd che raccoglie i brani supera il milione di copie vendute e conferma la popolaritá raggiunta da Mafalda in Brasile, risultando infatti l´unica artista straniera ad essere inclusa nel CD con la sua interpretazione di “Come le rose”. A settembre del 2000 la Som Livre lancia la collezione “Perolas” (Perle), che riunisce in 30 CDs i maggiori successi di grandi artisti come Elis Regina e Chico Buarque: anche Mafalda é inserita in quest’elenco data la sua forte presenza nel mercato discografico brasiliano. Nel 2002 Mafalda partecipa attivamente alla produzione musicale di “Esperança”, una nuova telenovela della Rede Globo che debutta sui teleschermi nel mese di giugno. Mafalda partecipa come compositrice e firma con Laura Pausini la versione in italiano del tema principale della telenovela; scrive anche il testo di “Passa e Va”, composizione del maestro John Neschling, Direttore dell’Orchestra Sinfonica dello Stato di San Paolo. É la voce di Mafalda infine che interpreta il tema principale della telenovela in tutti i paesi del mondo in cui “Esperança” viene esportata e ritrasmessa (Portogallo, Spagna, Argentina, Israele,...). Nel 2003 Mafalda registra il suo quarto Cd intitolato “Il Tempo Dell’Amore”. Grandi artisti brasiliani come Agnaldo Rayol, Peninha, Osvaldinho do Acordeon e Bocato partecipano come ospiti speciali alla realizzazione del Cd. É la prima produzione indipendente di Mafalda e dell’arrangiatore Paul Ricci. A gennaio del 2004 Mafalda Minnozzi inizia la sua collaborazione con il programma “Brasil” di Max De Tomassi in onda ogni venerdì sera su RADIO UNO RAI e su ISORADIO: é grazie ai collegamenti in diretta telefonica con Mafalda che il programma propone settimanalmente ai suoi ascoltatori, da oltre tre anni, informazioni dal vivo sulla vita culturale brasiliana. La collaborazione continua ancora oggi con molto successo. Nello stesso anno, nuove raccolte pubblicate in Brasile contengono brani interpretati dalla voce di Mafalda, confermando ancora una volta il riconoscimento del suo lavoro di promozione della musica popolare italiana all´estero.
Nel 2005 Mafalda partecipa alla colonna sonora del film “O Casamento de Romeu e Julieta” del regista brasiliano Bruno Barreto. Per i due protagonisti interpretati dagli attori Luana Piovani e Marco Ricca, compone “Gli occhi di Romeo”, brano originale e inedito che viene inserito nel Cd pubblicato in Brasile dalla BMG. Nello stesso anno Mafalda incide con il carioca Martinho da Vila un emozionante duetto che viene inserito in “Brasilatinidade”, il nuovo Cd del grande interprete brasiliano di samba: si tratta del brano “Um beijo, adeus” versione in italiano di “Prima dammi un bacio” di Lucio Dalla. L’insolito duetto riceve recensioni e giudizi molto positivi dalla stampa specializzata in Brasile e all’estero (specialmente in Francia) e anche dal suo autore originale Lucio Dalla. Lo stesso duetto viene anche riproposto dal vivo nel concerto di San Paolo registrato e pubblicato in formato DVD con il titolo “Brasilatinidade ao vivo”, lanciato sul mercato brasiliano nel mese di settembre e nel celebre programma “Ensaio” prodotto e trasmesso dalla TV CULTURA. A maggio 2006 é la volta di “Luna Rossa”, interpretato da Mafalda, a essere inserito nella colonna sonora di una nuova e popolare telenovela brasiliana: “Cidadão Brasileiro” (Rede Record). All´inizio dello stesso anno Mafalda Minnozzi inizia la registrazione del suo quinto CD intitolato “Controvento”, realizzato dall´etichetta discografica indipendente MPI – Musica Popolare Italiana e lanciato sul mercato nel mese di aprile del 2007. Mafalda Minnozzi presenta in questo nuovo album autori come Mariella Nava, Sergio Cammariere, Ivano Fossati, Pino Daniele; la scelta dei brani é legata al gusto personale dell´interprete che seleziona quelle canzoni in cui più riconosce il suo proprio modo di vivere e vedere il mondo. “Controvento” é anche caratterizzato dal fatto che tutti i musicisti invitati da Mafalda Minnozzi a partecipare alle registrazioni sono “dichiaratamente” innamorati della buona musica. Da Nuova York, invita il sassofonista Aaron Heick, partner di grandi star internazionali come Chaka Khan, Richard Bona e Barbra Streisand, per registrare il brano Prima Dammi Un Bacio. A causa della sua grande ammirazione per il pianista e fisarmonicista uruguaiano Hugo Fattoruso, Mafalda Minnozzi registra a Montevideo la sua partecipazione in tre brani di CONTROVENTO: L’Arcobaleno, Dimmi Che Non Vuoi Morire e Una Notte in Italia. Ancora una volta é fondamentale il contributo di Paul Ricci che suona in tutti i brani e con Mafalda crea e realizza tutti gli arrangiamenti. In Brasile, Mafalda ottiene la collaborazione musicale di tre grandi musicisti: il maestro Paulo Moura (con il suono magico del suo clarinetto nel brano Tutto Quello Che Un Uomo), il virtuosissimo chitarrista Guinga (L’Arcobaleno e collaborando nell´arrangiamento del bonus-track O Arco-Íris), e Marcos Teixeira (suo il solo di chitarra acustica in Quando). Moogie Canazio (vincitore del Grammy Latino del 2005, per la realizzazione del CD Cantando Histórias, di Ivan Lins) é l´ingegnere del suono responsabile della registrazione e dell´editing della voce di Mafalda. Il Cd infine viene finalizzato a Nuova York: il missaggio porta la firma di Craig Bishop e Rick DePofi, dello Studio NY Noise, e la masterizzazione quella di Fab dello Sudio PureMix NYC. Il Cd “Controvento” viene presentato ufficialmente alla stampa e al pubblico con un grande concerto realizzato al Teatro Frei Caneca di San Paolo, il 24 maggio; sul palco due ospiti specialissimi: Dj Patife, che partecipa al brano “Parole, Parole” con il suo stile elettronico, e il fisarmonicista argentino Martin Mirol che accompagna Mafalda suonando il suo bandoneon in “Una notte in Italia”. Il successo é assoluto! Debutta nel mese di luglio 2007 nelle sale cinematografiche di tutto il Brasile il film “Saneamento Básico” del regista Jorge Furtado. Jorge Furtado inserisce nella colonna sonora del suo film una originale interpretazione “chitarra e voce” di Mafalda Minnozzi del brano “O Sole Mio”: le parole della canzone sono in perfetta sintonia con il contenuto poetico della scena che mostra il momento del giorno che nasce tra le montagne dopo una notte di pioggia. Sempre nel 2007 va registrato un altro fatto importante: Mafalda sceglie l' Italia, precisamente il Teatro Feronia della cittá di San Severino Marche, per produrre il suo primo DVD " Teatro Paradiso" che celebra i suoi primi 20 anni di carriera. Nel mese di ottobre, accompagnata dai musicisti della sua band brasiliana e dall' insostituibile Paul Ricci, Mafalda realizza infatti due concerti sullo quello stesso palcoscenico che la vide debuttare ufficialmente nel 1987: nel repertorio brani del suo ultimo CD CONTROVENTO e brani che hanno contribuito in modo determinante alla sua affermazione artistica in Brasile. Da sottolineare la partecipazione di illustri invitati speciali: innanzitutto Mariella Nava, protagonista di un duetto emozionante con Mafalda in una originale versione acustica del brano "Per amore"; poi DJ Patife caratterizzando con il suo inconfondibile suono elettronico il brano "Parole, parole"; infine due grandi e talentosi solisti come Conrad "Butch" Thomas (sax soprano) e Riccardo Taddei (fisarmonica) impreziosendo brani come "Tutto quello che un uomo" e "Una notte in Italia" con i loro strumenti.

Collaborazione con Paul Ricci

Il 1997 é l’anno in cui inizia la sua collaborazione artistica con il chitarrista-arrangiatore-produttore Paul Ricci, di Nuova York, che continua ancora oggi. Diplomato in chitarra al New England Conservatory of Music di Boston, é un musicista di grande esperienza per aver suonato per anni nei piú noti jazz-club di Nuova York come il Blue Note e il Birdland e come compositore puó vantare la realizzazione della colonna sonora del premiato film “Ready”. Come chitarrista e arrangiatore ha accompagnato molti artisti, tra i quali vale la pena ricordare Harry Bellafonte e le brasiliane Astrud Gilberto e Bebel Gilberto. Dalla collaborazione con Mafalda Minnozzi nasce “Effetto Azzurro” il primo tour della cantante italiana prodotto per il Brasile che debutta nel 1997 a San Paolo (Teatro Memorial dell´America Latina) e viene in seguito rappresentato nelle principali capitali del paese. Lo stesso successo si verifica per il tour “Angelo Blu”, legato al lancio del CD omonimo, e per il tour “Cantare è d´amore” con date anche in Argentina ed Uruguay. Il tour “Il tempo dell´amore”, la cui produzione musicale porta ancora una volta la firma di entrambi, raggiunge non solo le grandi capitali ma anche molte città importanti all´interno dei vari Stati del Brasile. Per finire, é proprio dall´ultimo concerto intitolato “La mia vita”, in cartellone per due mesi al Teatro Crowne Plaza di San Paolo, che nasce il progetto di “Controvento”, il nuovo e attuale album di Mafalda Minnozzi.

Premi e riconoscimenti

A dicembre del 1998 Mafalda riceve il titolo di “Ambasciatrice Ufficiale della Musica Italiana in Brasile” dal Console Generale d’Italia, Stefano Canavesio e il suo concerto “Effetto Azzurro” apre il tradizionale concerto di Fine Anno, evento che riunisce piú di 800.000 persone davanti al palco costruito nella Avenida Paulista a San Paolo. A marzo del 2001 riceve il titolo di “Personalidade Brasileira dos 500 anos” (Personalitá Brasiliana dei 500 anni) per aver “ ... contribuito significativamente alla crescita del Brasile attraverso il suo lavoro e il suo sforzo personale ...”. Nel corso della serata di gala che si svolge al Teatro Municipale di San Paolo, Mafalda interpreta il brano “Aquarela do Brasil”, in una versione originale in italiano. Nel mese di marzo 2007, Mafalda Minnozzi riceve il titolo di “Commendatore” dal CICESP (Centro di Integrazione Culturale e Impresariale di San Paolo). Il titolo viene concesso come “ ... riconoscimento delle sue qualitá, dignitá, carattere, spirito civico e spirito imprenditoriale dedicate alla promozione e allo sviluppo socio-culturale e economico della ricchezza del patrimonio Italo-Brasiliano).

2 commenti:

wertgab ha detto...

Grazie per lo spazio dedicato a Mafalda Minnozzi sul tuo blog. É bello ricevere questo tipo di gratificazioni ed ancora di piú quando lavori all' estero portando alta la bandiera della bella musica italiana d'autore.

Marco Bisconti

Giovanni D'Onofrio ha detto...

Grazie a Mafalda che fa musica di qualità. Speriamo d'incontrarla in Italia qualche volta.